UNA CITTA’ CONSAPEVOLE DEL FATTO CHE I QUARTIERI SONO LUOGHI DI VITA DELLE PERSONE

Punto 11.

La partecipazione dei cittadini alla vita della città e dei quartieri

Il progressivo svuotamento delle funzioni e dei compiti delle circoscrizioni sta riducendo in modo significativo lo spazio di vera partecipazione diretta dei cittadini rispetto al miglioramento della loro vita quotidiana in città e nei quartieri.

Le circoscrizioni rappresentano oggi il primo luogo nel quale si confrontano pubblicamente e trovano sintesi le istanze e gli interessi di tutti i veronesi ed è dunque necessario, nell’ottica di sostegno e di sviluppo di nuove forme di cittadinanza attiva, mettere in atto politiche innovative che ridiano dignità, significato e spessore alle circoscrizioni stesse e promuovano il coinvolgimento dei cittadini.

L’Amministrazione comunale, in questo senso, opererà con l’obiettivo di favorire la massima partecipazione informata secondo quanto previsto nel capitolo sulla partecipazione avendo cura di definire le linee di indirizzo e gli standard qualitativi degli interventi pubblici nei quartieri, lasciando alle circoscrizioni ampia autonomia decisionale e assicurando le risorse finanziarie necessarie.

 

Interventi specifici per la sicurezza nei quartieri

Per rendere sicuri e liberi di muoversi in ogni zona di Verona anche nelle ore notturne tutti i cittadini, si intendono realizzare in primo luogo le indicazioni contenute nel capitolo sulla sicurezza e in particolare per i quartieri vanno realizzati i seguenti interventi:

  • rafforzare il percorso già avviato con l’Ufficio Mobile e il servizio “di prossimità” della Polizia Municipale;
  • garantire la presenza del vigile di quartiere;
  • coordinare la presenza e gli interventi con le forze dell’ordine;
  • garantire una buona illuminazione che, oltre a rendere più sicure molte aree della città, soprattutto diminuisce la percezione di insicurezza.

 

Sicurezza stradale

La maggior causa dei frequenti incidenti stradali, molti con rilevanti conseguenze, è l’eccesso di velocità e vanno, pertanto, sia proseguiti i controlli della Polizia Municipale, sia pianificata l’installazione nelle direttrici più critiche di nuovi accertatori di velocità.

Occorre, inoltre, mettere sempre più in sicurezza gli incroci non presidiati, nei quali avviene la maggioranza degli incidenti con idonee soluzioni da valutare in una progettazione complessiva.

Infine, va dedicata particolare attenzione ai marciapiedi, procedendo progressivamente alla loro realizzazione o sistemazione per garantire la sicurezza dei pedoni e facilitare gli accessi anche alle persone disabili.

Oltre ad intensificare i controlli, risulta, tuttavia, strategico puntare sull’attività di sensibilizzazione degli utenti della strada (automobilisti, ciclisti e pedoni), in particolare i più giovani, perché tengano dei comportamenti rispettosi della legge e degli altri cittadini.

 

Manutenzione della città

La città necessità di interventi costanti di manutenzione programmata ordinaria e straordinaria che devono poter essere attivati in tempi rapidi anche in base alle segnalazioni dei cittadini.

In questo senso sono pensati due interventi specifici da realizzare: il “progetto buche” con una unità organizzativa dedicata pronta ad intervenire anche prima delle grandi ristrutturazioni o pavimentazioni ed il “progetto pulizia” con un’altra unità organizzativa, collegata ad AMIA per risolvere tutte le situazioni gravemente degradate.